Giochi in legno a incastro per sviluppare i movimenti delle mani e delle dita

Giochi in legno a incastro per sviluppare i movimenti delle mani e delle dita

I giochi in legno a incastro sono utilissimi per imparare a sviluppare e controllare la capacità motoria.

Educare e crescere un bambino è certamente cosa non facile, aiutarlo nel perseguire un percorso quanto più corretto possibile è doveroso ed è un impegno di non poco conto. I bambini specie nei primi anni di vita hanno un mondo intero da esplorare, questo mondo riguarda anche il loro corpo, quindi imparare a controllarlo e sviluppare ogni possibile capacità motoria. I giochi in legno a incastro sono utilissimi a tale scopo, offrono oltre al divertimento anche una sorta di “ginnastica” delle mani, muovendo, afferrando e incastrando i pezzi giusti sviluppano anche l’attività cerebrale.

In altre parole, occorre offrire ai bambini i mezzi e strumenti giusti con quali stimolare il loro corpo. Per i piccoli i giochi in legno a incastro sono solo oggetti più o meno desiderati con i quali divertirsi. Inconsapevolmente articolano le mani stimolando il movimento del corpo. Con una soluzione così semplice il bambino apprende e migliora la sua capacità prensile.

Stimolare giocando

Può sembrare banale e scontato, ma in realtà non è affatto così semplicistico, un bambino non segue altre attività se non quelle del gioco, è attratto dalla scoperta e da ogni altro stimolo susciti la sua curiosità. Senza queste attività non avrebbe una formazione ed una crescita adeguata necessaria a nche a formarne il carattere.

I giochi in legno a incastro stimolano e aiutano a sviluppare i movimenti delle mani

Mentre giocano, i nostri piccoli agiscono e mettono in moto un processo “esplorativo”. Apprendono cose nuove che poi memorizzano al fine di ripeterle in quelle che diverranno le attività quotidiane. Il gioco è quindi il primo passo per imparare e al tempo stesso stimolare i movimenti delle mani e di altre parti del corpo. Una “ginnastica” volontaria ma inconsapevole, del resto ai bambini occorre far fare ciò che li appaga.

Se giocando si auto-stimolano tanto meglio, vuol dire che si ottengono due risultati in una volta sola.

Giocare fa bene al corpo e alla mente

Anche se siamo in piena era digitale e robotica, i nuovi giochi non hanno la stessa capacità di stimolo di quelli in legno a incastro, diciamo che sono passivi per quanto riguarda lo stimolo motorio.

È molto importante quindi farli divertire con giochi che stimolano i movimenti e la crescita fisica e mentale. Ogni minuto di apprendimento da piccoli sarà utile da adulti e questo farà la differenza per il resto della vita!

 

×

Carrello